Benvenuto nella nuova piattaforma online dell'Istituto Comprensivo Statale di Rizziconi

Puoi accedere alla vecchia versione del sito visitando il seguente link:
Clicca qui
Stai visitando la categoria: R.S.U.

R.S.U.

Contratto integrativo

 

per le relazioni sindacali

a livello d’Istituto scolastico

 

L’anno 2013, il giorno 16 del mese di settembre, alle ore 10,30, presso la sede centrale dell’Istituto Comprensivo di Rizziconi, in sede di negoziazione integrativa a livello di istituzione scolastica di cui all’art. 6 del CCNL del Comparto Scuola 2006-2009,

tra la delegazione di parte pubblica nella persona del Dirigente Scolastico, prof. Saverio Ordine, , e i rappresentanti delle OO.SS. SNALS, prof.ssa Caruso Emanuela, CGIL, ins. Cimato Giulia Anna, prof. Forestieri Teodoro, per delega del segretario della CISL-Scuola Provinciale, Arcangelo Carbone, (risultano assenti, seppur regolarmente convocate il sig. Barresi Rosario, RSU e le OO.SS.), è sottoscritto il seguente contratto integrativo per la regolamentazione delle relazioni sindacali ai sensi dell’art. 6, comma 2, lett. j) del CCNL 2006/2009.

 

PREMESSA

Le relazioni sindacali sono improntate al preciso rispetto dei diversi ruoli e responsabilità del Dirigente Scolastico, della RSU e delle OO.SS., e perseguono l’obiettivo di incrementare la qualità del servizio scolastico, sostenendo i processi innovatori in atto anche mediante la valorizzazione delle professionalità coinvolte, contemperando l’interesse dei dipendenti al miglioramento delle condizioni di lavoro e alla crescita professionale con l’esigenza di incrementare l’efficacia e l’efficienza dei servizi prestati alla collettività, e che la correttezza e la trasparenza dei comportamenti sono condizione essenziale per il buon esito delle relazioni sindacali, costituendo quindi impegno reciproco delle Parti contraenti.

ART. 1

CAMPO DI APPLICAZIONE, DECORRENZA E DURATA

 

  1. Gli effetti decorrono dalla data di sottoscrizione, fermo restando che quanto stabilito nel presente Protocollo d´intesa s´intenderà tacitamente abrogato da eventuali successivi atti normativi e/o contrattuali nazionali gerarchicamente supe­riori, qualora incompatibili;
  2. Il presente Protocollo conserva validità fino alla sottoscrizione di un successivo Accordo decentrato in materia;
  3. Resta comunque salva la possibilità di modifiche e/o integrazioni a seguito di innovazioni legislative e/o contrattuali;
  4. Il presente Protocollo viene predisposto sulla base ed entro i limiti previsti dalla normativa vigente e, in particolar mo­do, secondo quanto stabilito dal CCNL Scuola 2006/2009;
  5. Entro cinque giorni dalla sottoscrizione , il Dirigente scolastico provvede all´affissione di copia integrale del presente Protocollo nelle Bacheche sindacali della Scuola.

ART. 2

PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO, CONCILIAZIONE E INTERPRETAZIONE AUTENTICA

  1. In caso di controversia sull’interpretazione e/o sull´applicazione del presente Protocollo d´intesa, le parti s´incontrano entro cinque giorni dalla richiesta presso la sede della Scuola;
  2. Allo scopo di cui al precedente comma 1, la richiesta deve essere formulata in forma scritta e deve contenere una sinteti­ca descrizione dei fatti;
  3. Le parti non intraprendono iniziative unilaterali per quindici giorni dalla formale trasmissione della richiesta scritta d´incontro;
  4. In caso di mancato accordo a livello di Istituzione scolastica saranno seguite le procedure sperimentali di raffreddamento previste dalla normativa vigente.

 

ART. 3

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA A LIVELLO DI SCUOLA

  1. La contrattazione integrativa a livello di scuola è finalizzata ad incrementare la qualità del servizio scolastico, sostenendo i processi innovativi anche mediante la valorizzazione delle professionalità coinvolte, garantendo l’informazione più ampia ed il rispetto dei diritti a tutti i dipendenti;
  2. Argomento di contrattazione integrativa a livello di scuola sono le materie di cui all´art. 6 del CCNL 2006/2009, tenendo conto delle novità introdotte dal D.L.vo 150/09, dall’Ordinanza Ministeriale n. 64/2011 e dal decreto legislativo n. 141.

 

ART. 4

ASSEMBLEE DI SCUOLA

  1. Secondo quanto previsto dall´articolo 8 del vigente CCNL Scuola nel caso di assemblee in orario di ser­vizio che coinvolgano i dipendenti di un´unica istituzione scolastica la durata massima è fissata in due ore e precisamente le prime (dalle 08,00 alle 10,00) o le ultime (dalle 11,00 alle 13,00);
  2. Fermo restando il contenuto del citato art. 8, le assemblee di scuola, sia in orario di servizio, sia fuori orario di servizio, possono essere indette sia dalla R.S.U della scuola sia dalle singole Segreterie Provinciali e/o Regionali delle Organizzazioni Sindacali di cui agli art. 47 comma 2 e 47 bis del D. Lgs, 29/93 e successive modificazioni;
  3. Le assemblee possano riguardare la generalità dei dipendenti oppure gruppi di essi cosicché il personale dirigente, do­cente ed ATA può essere invitato a partecipare ad assemblee anche separatamente in orari e giorni non coincidenti;
  4. La comunicazione di indizione dell´assemblea deve avvenire con preavviso di almeno sei giorni;
  5. Il Dirigente scolastico predispone quanto necessario affinchè le comunicazioni relative all´indizione delle assemblee, sia in orario, sia fuori orario di servizio vengano affisse nelle bacheche sindacali delle sedi scolastiche nella stessa giornata;
  6. Il Dirigente scolastico trasmette tempestivamente le comunicazioni di cui al comma precedente a tutto il personale inte­ressato con circolari interne della scuola;
  7. Secondo quanto previsto dal citato art. 8, per le assemblee in cui è coinvolto anche il personale A.T.A, se la partecipazione è totale, il Dirigente Scolastico stabilirà, previa intesa con la R.S.U., la permanenza in servizio di n. l collaboratore scolastico per ciascuna delle sedi per la vigilanza e il centralino;
  8. Qualora si renda necessaria l´applicazione di quanto descritto al comma precedente il Dirigente scolastico sceglierà i nominativi tramite sorteggio, seguendo comunque il criterio della rotazione nel corso dell´anno scolastico;
  9. La dichiarazione individuale di partecipazione, espressa con firma per adesione presso la sede di servizio da parte del personale in servizio nell’orario dell’assemblea sindacale, fa fede ai fini del monte ore individuale annuale e deve essere consegnata all’Ufficio di segreteria almeno 48 ore prima al fine di consentire l’informazione alle famiglie. I partecipanti all’assemblea non sono tenuti ad assolvere ad ulteriori adempimenti.

ART. 5

PERMESSI SINDACALI

 

  1. La R.S.U. e i dirigenti sindacali, su richiesta vidimata dalla Segreteria provinciale di appartenenza, possono fruire di permessi sindacali per svolgimento di assemblee di cui al più volte citato art. 8, per la partecipazione alle riunioni degli organismi statutari delle Organizzazioni Sindacali di cui agli art.47 comma 2 e47 bis del D.lgs, 29/93 e successive modificazioni e per gli appositi incontri relativi alle relazioni sindacali di scuola di cui all´art. 6 del CCNL Scuola 2006/2009;
  2. I permessi sindacali di cui al comma precedente possono essere fruiti entro i limiti complessivi ed individuali, secondo le modalità previste dalla normativa vigente e dai contratti nazionali in vigore. La richiesta di fru
L'istituto R.S.U.
Pubblicato il giorno 22-08-2017